Cascinale a corte chiusa – area Sing. lotto circa 900 M2

ID Proprietà: 16008
Italy
€119.00 Vendita
casale
  • 99
  • 0

Descrizione

Bellissimo casale in vendita nelle vicinanze di CREMA , metratura di circa 350 m2 con portici.
Se stai accarezzando l’idea di ristrutturare casa con il fai da te, sappi che non è impresa impossibile, a condizione che tu disponga di alcuni requisiti di base:
idee chiare e quel po’ di umiltà sufficiente per chiedere consiglio agli esperti, qualora dovessero insorgere problemi complessi.

Attualmente libero l’immobile è completamente da ristrutturare

fino al 2024, rimangono attive le agevolazioni potenziale all’80% e 85% per miglioramenti delle classi di rischio.
Mentre le detrazioni del 75% e 85% per lavori antisismici.

Con il bonus ristrutturazioni 2024 si ha una detrazione fiscale del 50% le spese sostenute, per spese di massimo 96.000 euro. Spetta per le spese di manutenzione straordinaria negli edifici singoli, mentre è riconosciuto anche per la manutenzione ordinaria nei condomini. Questa possibilità al momento è riconosciuta fino al 31 dicembre 2024.

A spiegare come funziona l’agevolazione sulla risrutturazione edilizia è la guida agli incentivi fiscali affidarsi sempre al proprio professionista e richiedere sempre delucidazioni e consigli all’Agenzia delle Entrate.

A CHI SPETTA

Il bonus ristrutturazioni 2024 può essere richiesto da tutti i contribuenti soggetti al pagamento delle imposte sui redditi, residenti o non residenti in Italia. In particolare, hanno diritto alla detrazione i seguenti soggetti:

– proprietario o nudo proprietario;
– titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);
inquilino o comodatario;
– soci di cooperative divise e indivise (i primi in qualità di possessori i secondi in qualità di detentori);
– soci delle società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e soggetti a questi equiparati;
– imprenditori individuali, solo per gli immobili che non rientrano fra quelli strumentali o merce (e le imprese familiari alle stesse condizioni).

Hanno diritto alla detrazione, inoltre, purché sostengano le spese e siano intestatari di bonifici e fatture, i seguenti soggetti:

– il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento (il coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo grado) e il componente dell’unione civile;
– il coniuge separato assegnatario dell’immobile intestato all’altro coniuge;
– un convivente more uxorio, non proprietario dell’immobile oggetto degli interventi né titolare di un contratto di comodato, per le spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2016.
In questi ultimi tre casi, ferme restando le altre condizioni, la detrazione spetta anche se le abilitazioni comuni sono intestate al proprietario dell’immobile. La condizione di convivente o comodatario deve sussistere al momento dell’invio della comunicazione d’inizio lavori.

Informazioni

Nessuna informazione.

Immobili simili

Nessun immobile simile