CASA IN MONTAGNA, CRESCE LA DOMANDA E AUMENTANO I PREZZI

ID Proprietà: 16020
Italy
Osservatori Immobiliari
  • 12
  • 0

Descrizione

alisi evidenzia che le località più care sono anche quelle che si sono rivalutate maggiormente dal 2018 in poi.

L’interesse per l’acquisto della casa in montagna
Tranne che a Courmayeur, in cui la domanda è scesa del 15% rispetto al 2018, l’interesse per l’acquisto della casa in montagna è cresciuto in modo diffuso nelle altre località; nello specifico:

in Badia e Selva di Val Gardena: oltre il 200%;
a Ortisei: +189%
a Madonna di Campiglio: +122%;
a Cervinia: oltre il 60%;
a Ponte di Legno: +60%.
Dall’analisi emerge che in tutte le zone considerate si sono accorciati i tempi di vendita rispetto a cinque anni fa, ad eccezione di La Thuile (in cui sono quasi triplicati) e Cortina (in cui sono aumentati del 50%).

A Madonna di Campiglio, per esempio, i tempi per vendere un immobile si sono ridotti dell’83% (passando dagli 11 mesi del 2018 ai quasi 2 mesi attuali), non solo:

a Ortisei si impiegano circa 2 mesi per vendere (riduzione di circa il 76% rispetto al 2018);
a Ponte di Legno, poco più di due mesi (-75%);
a Sestriere, circa 1,6 mesi (-75%).
Dunque, come segnala anche Antonio Intini, Chief Business Officer di Immobiliare.it, la montagna continua ad essere un investimento attraente per gli italiani, poiché ne usufruiscono sia d’estate che d’inverno.

Per questo motivo, “l’elevata domanda e la relativa scarsità di offerta in zone dove è spesso complesso costruire nuove abitazioni hanno fatto sì che queste località conoscessero una crescita continua dei prezzi.

Informazioni

Nessuna informazione.

Immobili simili

Nessun immobile simile